Parte il progetto FORESHELL, con l'obiettivo di potenziare l’efficienza, la sostenibilità ambientale ed economica degli allevamenti di mitili

Messa a punto di modelli predittivi di condizioni meteo-ambientali che influiscono su parametri igienico-sanitari di aree costiere dedicate all’allevamento di mitili. 


Il progetto

Il 1° Aprile hanno avuto inizio le attività del progetto FORESHELL, a cui partecipa il Centro Zootecnia e Acquacoltura. Questo progetto è coordinato dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise “G. Caporale” e coinvolge tra le unità operative il CETEMPS (“Centro di Eccellenza in Telerilevamento E Modellistica Previsionale di eventi Severi” dell’Università degli Studi dell’Aquila) e una mitilicoltura off-shore abruzzese. FORESHELL, acronimo del progetto, richiama i termini FORECASTING, ovvero “previsione”, e SHELL, ovvero la “conchiglia” dei molluschi bivalvi.

Il progetto, finanziato dal fondo FEAMP 2014/20 Regione Abruzzo, Priorità 4 – Sviluppo locale di tipo partecipativo Piano d’Azione del FLAG Costa Blu scarl Avviso 1.2.1. “Studi e progetti pilota di molluschicoltura e mitilicoltura” (codice 1/INA/20/AB), riguarda la messa a punto di modelli predittivi di condizioni meteo-ambientali che influiscono su parametri igienico-sanitari di aree costiere dedicate all’allevamento di mitili.

FORESHELL affronterà questa tematica, mettendo a punto strumenti tecnologici predittivi dei parametri meteo-ambientali e, di conseguenza, sanitari, al fine di potenziare l’efficienza e la sostenibilità ambientale ed economica degli allevamenti di mitili, partendo con uno studio pilota nell’impianto “Adriatica off-shore” nel Circondario Marittimo di Giulianova (Teramo).
Il piano delle attività sarà intenso e si svilupperà nei prossimi nove mesi, durante sarà predisposto un piano di campionamento per la determinazione della concentrazione di Escherichia coli in campioni di mitili e di acqua marina e superficiale. L’obiettivo è indagare la correlazione tra elementi idrologici dei fiumi Vibrata e Salinello e fattori igienico/sanitari nei molluschi, elaborando delle soglie di allerta che saranno utilizzate per inviare segnali di preallarme direttamente all’acquacoltore, attraverso una semplice alert sul telefono cellulare. I parametri ambientali (temperatura dell’acqua, salinità, clorofilla a, correnti marine e moto ondoso) saranno acquisiti quotidianamente da satellite, calibrati attraverso modelli oceanografici sito specifici e validati con dati raccolti in situ.
I ricercatori del Centro di Zootecnia e Acquacoltura del CREA si occuperanno di raccogliere con sofisticate sonde multi-parametriche i parametri ambientali nel sito di allevamento ed elaborarli con il fine di validare i dati provenienti dalle immagini satellitari, contribuendo alla messa a punto di un modello previsionale delle condizioni meteo-marine. Verrà inoltre studiata la crescita dei mitili nel sito di allevamento, in relazione alle condizioni ambientali, attraverso la definizione di una curva di accrescimento con lo scopo di aiutare l’azienda ad ottimizzare la gestione delle produzioni.

Il progetto FORESHELL si pone il più ambizioso obiettivo di favorire la trasferibilità immediata dei risultati tecnico-scientifici alle aziende di mitilicoltura off-shore, offrendo uno strumento integrato e di facile utilizzo che agevoli la programmazione delle attività quotidiane, rendendo più sostenibile la produzione, limitando le eventuali perdite del prodotto e riducendo i costi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: